Hatha yoga

…dolcemente la consapevolezza prende vigore e illumina la mia giornata …
Thich Nhat Hanh

Un corso di hatha yoga per chi ama il benessere attraverso una pratica dolce e meditativa.
Un’esperienza di ascolto e di contatto con se stessi con la gentilezza e la lentezza del gesto,  il respiro, l’uso della voce e del rilassamento.
Il corso è adatto anche alle donne in gravidanza che verranno seguite in modo particolare dall’insegnante Carla Ricci in modo specifico e attento proponendo movimenti adeguati ad ogni singola e particolare condizione.

IL NOSTRO HATHA YOGA

Possiamo immaginare lo yoga come una ginnastica dolce e alla moda, un momento di relax, un modo per riallineare la colonna vertebrale e trovare una postura più corretta e allineata, un metodo per imparare a respirare in un mondo che ci costringe all’affanno, uno spazio per conoscere belle persone e tanto altro.
Oltre a tutto questo, per noi lo yoga è un momento di ascolto nella libertà da tutte quelle strutture mentali ed emotive che abbiamo costruito negli anni e che continuiamo a nutrire ogni attimo.
E’ in questa disponibilità ad alleggerirci da quello in cui siamo identificati, senza la paura di perderci, che potremo scoprire la nostra vera natura. Una natura di relazione in cui non esiste solitudine, di infinita gratitudine e gioia senza limiti.
Il tempo che viviamo sul tappetino nelle asana (posizioni) e nel respiro ci aiuta a scoprire i nostre disarmonie, le nostre tensioni e i nostri veleni accumulati negli anni, dandoci la possibilità di accoglierli nella loro naturale trasformazione. Lo yoga diventa allora un tempo colmo  di nuovi semi di amore, starà poi a noi spargerli nel mondo.

L’hatha yoga è una pratica antica come le montagne e conosce diverse espressioni di insegnamento a seconda del ligniaggio di appartenenza e del luogo di provenienza dell’India e dintorni. Oggi in occidente viene commercializzato, assimilato e mescolato ad un’infinità di tecniche rendendolo vendibile e privandolo degli aspetti più profondi, etici e culturali di questa meravigliosa esperienza. E’ importante non lasciarci confondere.

Lo yoga del Kashmir non è un cammino di realizzazione, ma di celebrazione…
Praticato con umiltà e liberi dall’immagine d’essere praticanti, punterà direttamente verso il riassorbimeto dei nostri limiti,
tranquillità suprema.
Eric Baret (Tratto da: Asana e pranayama del Kashmir)

Il Maestro Eric Baret